Il piercing orale può provocare danni alle gengive

Il piercing orale è un corpo estraneo presente in bocca che favorisce la colonizzazione della flora batterica. Il gioiello può provocare danni irreversibili come recessioni gengivali o piccole fratture dei margini dentali.

Qualsiasi corpo estraneo presente in bocca viene colonizzato da flora batterica e va dunque tenuto pulito esattamente come si fa con i denti. La forma del gioiello e delle clips rende però disagevole o impossibile tenere adeguatamente pulito e così questi diventano un punto di possibile infezione.

Il piercing orale può provocare danni irreversibili alle gengive e ai denti

Un problema riscontrato su chi ha un piercing orale è il piccolo ma continuo traumatismo su denti e gengive. Il gioiello, infatti, può provocare danni irreversibili come recessioni gengivali e piccole o grosse fratture dei denti.

Per tutte queste ragioni, è auspicabile che chi decida di ricorrere ad un piercing orale metta in conto sin dall’inizio i costi per rimediare ai danni che questo provocherà, sommandoli al prezzo richiesto dal tatuatore.

Fermo restando che è saggio non farsi un piercing orale, per chi ce l’ha già, è necessario sottoporsi a controlli regolari e fare una buona manutenzione.

Il caso specifico di una paziente

Problema di lesione cistica sotto radice di incisivo in micro trauma cronico da uso di piercing orale e morsicature unghie.

Correlati

Ortodonzia nei bambini: a che età bisogna mettere l’apparecchio?

Come dice il famoso detto: “Bambini piccoli problemi piccoli, bambini grandi problemi grandi”.   In effetti, risolvere fin da subito evidenti criticità in età infantile – […]

Leggi di più

Cosa mangiare dopo l’impianto dentale: la dieta post-intervento

Anche se molto comune e praticato, l’impianto dentale è un’intervento chirurgico a tutti gli effetti: per questo bisogna sempre prestare la massima attenzione nella fase di […]

Leggi di più

011 433 54 50